Frontone di aedicula con simboli di Fortuna

Autore: 
Tipologia : 
Scultura
Anno: 
Età Traianea (fine I - inizio II sec. d. C.)
Materia e tecnica: 
Marmo lunense
Provenienza: 
dal Mausoleo di Claudia Semne sulla Via Appia, poi nel Palazzo Torlonia di Piazza Venezia
Inventario: 
Collezione: 

Il frontone, proveniente dal Mausoleo di Claudia Semne sulla via Appia, di età traianea, entrò a far parte della collezione Torlonia insieme a due altri che avevano gli attributi di Spes e Venere, più una testina di Claudia Semne, ora a Villa Albani.
 Furono portati da palazzo Torlonia (Piazza Venezia) alla Villa durante la ristrutturazione tra il 1830-1840 e murati in un edificio scomparso tra il 1908 e il 1909, per l’ampliamento della Via Nomentana.
 Scomparsi tutti in epoca imprecisata, solo di recente il coronamento con la Fortuna è stato ritrovato nei sotterranei del Teatro.
 Vi sono scolpiti gli attributi della dea: due cornucopie incrociate e legate con un nastro con al centro un globo attraversato da una fascia, simbolo della sfera celeste e terrestre.
 Sulla sinistra è riprodotto un timone ed una patera, sulla destra una ruota ed un urceus.

Opere della sala

La sala

Primo vestibolo

Al lato sinistro dell’ingresso vi è una sala di grande semplicità, tutta rivestita a marmoridea imitante la breccia corallina, con soffitti cassettonati interamente decorati da pregevoli stucchi in parte dorati, con putti, rosoncini e girali.
Vi sono state collocate alcune sculture provenienti dalla Collezione Torlonia e fortunatamente rimaste nella Villa.

Potrebbe interessarti anche