Sala di Alessandro

Speculare alla Sala di Bacco è la Sala di Alessandro, un tempo utilizzata come sala da pranzo, come testimoniano i mobili a mensola lungo le pareti, completamente decorata con affreschi, fregi a stucco e statue in marmo che raccontano le gesta di Alessandro il Macedone, la cui iconografia è un’evidente allusione encomiastica al committente: Alessandro Torlonia.

Sala di Alessandro

Nella volta Francesco Coghetti ha dipinto Episodi della vita del condottiero mentre subito sotto, scorre un fregio a bassorilievo che raffigura il Trionfo di Alessandro a Babilonia opera di Bertel Thorvaldsen e derivato dall’originale in marmo posto al Quirinale; lungo le pareti sono invece dipinte delle Figure Allegoriche che alludono agli attributi dell’eroe e all’interno di nicchie sono poste le statue in marmo di Apollo e delle Muse, scolpite da giovani artisti operanti nella cerchia di Thorvaldsen e di Pietro Tenerani.
Il pavimento è a mosaico, del tipo “all’etrusca”, opera di Carlo Seni.