Caracalla

Caracalla
Autore: 

Studio Cavaceppi

Tipologia : 
Scultura
Anno: 
fine XVIII sec.
Materia e tecnica: 
Gesso
Provenienza: 
dalla nicchia interna sinistra della Tribuna con Fontana di Villa Torlonia

Si deve ancora a Cavaceppi questo calco in gesso del busto in marmo dell’imperatore Caracalla conservato nel Museo Capitolino che, restaurato, nel naso, nella capigliatura, nel sopracciglio destro, dal Napollioni, risale ai primi anni di regno dell’imperatore.
 Per la tipologia della corazza, il busto appartiene all’età flavio-traianea.
 La forte espressività del volto, tipica dei vari ritratti di Caracalla, fu molto ammirata dai critici di fine Settecento e ritenuta una delle ultime espressioni dell’ arte romana più autentica.

Opere della sala

La sala

Secondo vestibolo

La sala adiacente l’ingresso, simmetrica rispetto all’altra posta sul lato sinistro e molto simile nell’aspetto, è rivestita a marmoridea, imitante il giallo antico ed ha il soffitto a cassettoni decorati da stucchi con rosette e foglie d’acanto.

Potrebbe interessarti anche