Fregio monocromo

La fascia tra il piano nobile e il secondo piano presenta decorazioni dipinte da Giovan Battista Caretti, riconducibili alla tradizione delle facciate romane dipinte a chiaroscuro da Polidoro da Caravaggio agli inzi del Cinquecento.
Le decorazioni eseguite a “buon fresco” consistono in finte nicchie con statue panneggiate sui lati minori del Casino , e in scene ispirate al noto bassorilievo di Bertel Thorvalsen con il “Trionfo di Alessandro” su uno dei lati lunghi dell’edificio.

Fregio monocromo

Sempre sul lato lungo, tra le finestre del piano nobile, erano dipinte delle Vittorie panneggiate, mentre tra le finestre dell’ultimo piano figuravano antichi trofei.
Il restauro recente ha potuto salvare solo alcune scene del Trionfo di Alessandro, raffiguranti sacerdoti Assiri e donne che portano ghirlande di fiori.
Totalmente perse le decorazioni della parte posteriore.